Look in back

Prima di andare avanti e  buttarci nel mondo del COVER BOOK DESIGN moderno, fermiamoci un attimo e  diamo uno sguardo al passato, ai primi libri e alle prime copertine!

I primi libri rilegati risalgono al I sec d.c, ma si tratta per di più di testimonianze letterarie che accennano all’esistenza di forme librarie ben lontane dal complesso oggetto ‘libro’ che noi tutti conosciamo. Le copertine venivano  create nelle ‘legatoria’, ovvero la bottega antica dove i libri venivano assemblati e rilegati. Lo sviluppo delle legatorie va di pari passo con lo sviluppo tecnico e dalle varie situazioni sociali ed economiche che hanno portato il libro a trasformarsi da un oggetto di lusso a un bene comune.

Una volta i canoni per la realizzazione di un libro erano ben fissati, le copertine erano monocromatiche, rosso mattone o marroncini, senza disegni o illustrazioni, i caratteri utilizzati per il titolo e per il nome dell’autore e anche la posizione erano sempre gli stessi.

Oggi il libro è considerato un oggetto da vendere su larga scala a livello nazionale se non mondiale e deve riuscire a risaltare sugli scaffali delle librerie e delle biblioteche, quindi la copertina viene studiare e progettata dal punto di vista grafico in modo di attrarre il lettore e di indurlo a comprare. Il marketing editoriale si evolve sempre più velocemente, tanto che, in alcuni casi, le copertine dei bestseller sono state presentate al pubblico con qualche mese di anticipo dall’uscita del libro, dando anche così maggior visibilità alle copertine e la possibilità di commentarle sul sito della casa editrice o nei social network.

Arte e commercio si incontrano sulla cover di un libro. 

Annunci